Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

CEO Confidential: il conforto delle regole e il confronto per crearle

Comandamenti, decaloghi, manifesti: da sempre, come umani, troviamo conforto nel darci delle regole e metterle giù per iscritto sotto forma di elenco. In momenti di grande cambiamento come quello in cui ci troviamo, questa necessità risulta ancora più urgente, soprattutto per chi si trova in una posizione di leadership: per chi deve essere la prima o il primo a dare risposte, e sapere quali passi e decisioni andranno prese in futuro. In questa fase di incertezza, allora, prima del conforto delle regole, deve arrivare il confronto per trovarle queste leggi.

Ed è proprio di due oggetti nati da queste diverse necessità che vi voglio parlare oggi: una piattaforma multimediale e il libro che ne è figlio.

La piattaforma del confronto è CEO Confidential, un progetto curato da Pierangelo Soldavini e Francesco Pagano per Il Sole 24, nel quale sono state raccolte videointerviste fatte a CEO, imprenditori, studiosi e personalità di vari settori. Tra i tanti nomi, ne cito tre: quello della giornalista e scrittrice Rula Jebreal, che ha riflettuto sulla necessità di una maggiore presenza femminile nelle posizioni di leadership; del Chief Innovability Officer del Gruppo Enel Ernesto Ciorra, convinto che il CEO del futuro debba essere innamorato del cambiamento; e di Gino Strada, la cui esortazione alle aziende a riscoprire la propria responsabilità sociale risuona forte e al tempo stesso rattrista, pensando alla recente scomparsa del fondatore di Emergency.

Il frutto cartaceo di questo progetto è “(Primo) Non comandare – I dieci comandamenti per CEO del futuro”, uscito a maggio di quest’anno per le edizioni de Il Sole 24 ore e scritto dagli stessi autori di CEO Confidential Soldavini e Pagano, ai quali si aggiunge Natalia Borri.

«Il CEO di domani» scrivono, «sarà ambizioso, tecnologico, sostenibile, comunicatore, vulnerabile, solo, acculturato, coraggioso e donna». A questa premessa gli autori aggiungono quattro dilemmi contemporanei dai quali fanno partire la riflessione: le nuove tecnologie, la sostenibilità, il marketing e la leadership. 

Dal ragionamento intorno a essi e il confronto con le esperienze di CEO ed esperti sono nati i nove capitoli-comandamenti che danno sostanza al libro. Che termina con un invito finale, rivolto a chi legge: trovare il proprio, personale, decimo comandamento e al tempo stesso aprirsi alla discussione con altri

“(Primo) Non comandare” è infatti un libro ibrido, che non si limita a essere letto. 

Al suo interno è presente un QR code che permette di accedere alla Web App di CEOConfidential.it dove, protetto dalla blockchain e da NFT – non fungible token –, chi legge potrà scoprire il seguito della discussione sul decimo comandamento, leggendo i contributi di sessanta CEO.. e dei lettori che vorranno fornire la loro opinione, entrando a far parte a tutti gli effetti del libro.  

Di Alberto Di Minin e Norma Rosso